“A scuola di libertà”. Venerdì 15 novembre, alle ore 9 al Centro San Marco di Pozzuoli Giornata Nazionale di informazione e sensibilizzazione sui temi della detenzione

Si terrà venerdì 15 novembre alle ore 9 – al Centro San Marco in via Roma 50 a Pozzuoli, l’incontro “A scuola di libertà” in occasione della Giornata Nazionale di informazione e sensibilizzazione sui temi della detenzione. Evento organizzato da Caritas Diocesana di Pozzuoli, Casa Famiglia Donna Nuova e Conferenza Nazionale Volontariato e Giustizia.

Con la Giornata Nazionale “A scuola di libertà” la Conferenza Nazionale Volontariato e Giustizia intende promuovere un modello di vera “sicurezza sociale”  basato sulla solidarietà, la prevenzione, la responsabilizzazione, attraverso lo scambio di esperienze, le testimonianze di persone detenute e di chi si occupa di questi temi e il confronto con i giovani, ma anche con gli adulti, genitori, insegnanti e chi ha voglia di capire più che di giudicare.

È una iniziativa che, se da un lato concorre ad “abbattere” le barriere culturali ed emotive che fanno del carcere un mondo a sé, per altro verso incide sul processo formativo degli adolescenti “aprendo loro gli occhi” su cosa significhi violare le leggi e subire la conseguente punizione, ma anche quanto sia faticoso il ritorno alla vita libera, il reinserimento sociale.

Il benessere della comunità è legato anche all’organizzazione di interventi preventivi che possano  migliorare le capacità dei giovani di esprimere se stessi, innalzare il loro livello di responsabilità personale, abituarli a una riflessione profonda sui rischi che comportano certi comportamenti, sulla facilità con cui da una piccola trasgressione si può “scivolare” nell’illegalità.

Intervengono: don Fernando Carannante (vicario episcopale alla Carità, direttore della Caritas Diocesana di Pozzuoli, cappellano del Carcere femminile di Pozzuoli), Maria Ricciardi (responsabile Casa Famiglia Donna Nuova), Emilia Romano (pedagogista Casa Famiglia Donna Nuova), Ciro Grassini, (sociologo, cordinatore Caritas Diocesana di Pozzuoli), Ciro Biondi (giornalista, Ufficio Comunicazione Caritas Diocesana di Pozzuoli). Si alterneranno testimonianze.

Nell’ambito della proposta nazionale “Scuola di Libertà” la Caritas Diocesana di Pozzuoli ha istituito il concorso “Semina Libertà” destinato agli alunni del terzo anno degli istituti secondari inferiori. I candidati dovranno presentare un elaborato (multimediale, artistico, narrativo) sul tema della prevenzione e del contrasto verso ogni forma di illegalità. Oltre all’elaborato è necessario indicare la denominazione e i contatti della scuola, del dirigente scolastico, dei docenti coordinatori del lavoro e degli eventuali operatori coinvolti. I premiati, selezionati da un’apposita giuria, riceveranno buoni acquisto per fini di studio. I plichi degli elaborati possono essere inviati oppure consegnati a mano al seguente indirizzo: Caritas Diocesana di Pozzuoli, via Fasano, 9 80078 Pozzuoli (Na).  

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: