Napoli. DiscoDays: Fiera del Disco e della Musica

Primo maggio (dalle ore 10,30 alle 21,00) al Palapartenope. C’è musica anche a Napoli con il più importante momento d’incontro nel meridione per gli amanti del vinile e per gli operatori del settore. L’evento, giunto alla quarta edizione, riconferma il patrocinio del Comune di Napoli e l’esclusiva location della Casa della Musica. L’intento dell’organizzazione è riunire a Napoli tutte le realtà locali e non, in un unico luogo ed in un unico giorno, affinchè si possa riconoscere alla Campania, e a Napoli in particolare, un primo maggio di aggregazione e solidarietà da celebrare sotto il segno della musica.

La IV edizione della fiera sarà per la prima volta identificata anche come fiera della musica oltre che del disco, perchè l’intento è rappresentare il settore attraverso la presenza di etichette indipendenti, fanzine, music club, fan club ed associazioni che si occupano di promuoverne la cultura.

Il successo di DiscoDays è davvero interessante: la rassegna, realizzata per la promozione della cultura della musica e del suo ascolto, è diventata rapidamente una tra le più importanti fiere del proprio settore in Italia.

L’indiscusso protagonista sarà l’intramontabile disco in vinile, di cui saranno disponibili come sempre migliaia di esemplari di tutti i generi e per tutte le tasche, da pochi euro a prezzi davvero da capogiro. Si rappresenta la storia della musica abbracciando tutti i periodi ed i generi: dalla classica all’elettronica, dagli anni cinquanta agli lp ed ai cd prodotti ai nostri giorni. Un occhio rivolto al passato, quindi, con i gruppi che hanno scritto la storia della musica ed uno rivolto al futuro con presentazioni di giovani ed emergenti artisti del territorio. La musica sarà celebrata a tuttotondo attraverso un programma sempre più ricco di incontri e grandi novità per i visitatori che troveranno in fiera: audio vintage, editoria del settore, fan club ed etichette indipendenti.

Il disco in vinile ritorna sul mercato nazionale ed internazionale e DiscoDays in questi ultimi due anni ha vissuto da protagonista tale ascesa. L’entusiasmo con il quale la rassegna è organizzata è suscitato anche dalla certezza che il fascino del disco nero potrà ora incuriosire ed interessare il pubblico dei più giovani, avvicinandoli all’ascolto del “nuovo” supporto, e facendo in modo che le major producano e distribuiscano sempre più album in vinile.

Per l’intera giornata ad ingresso gratuito alla Casa della Musica di Napoli sarà possibile visitare numerosi stand di dischi in vinile ma non solo. In questa edizione sarà allestita una zona dedicata alla “guida all’ascolto” nella quale oltre ad ascoltare l’album appena acquistato sarà possibile chiedere informazioni sulle migliori tecnologie per la riproduzione degli ellepi, magari acquistare qualche apparecchio vintage a prezzi economici o chiedere per la riparazione dei proprio impianto hi-fi dimesso in ripostiglio. I musicisti potranno provare dal vivo chitarre realizzate a mano da una  giovane produzione liutaia napoletana.

Presenti con uno stand i fan club: “Cymbaline Pink Floyd Fan Club” ed il “Official Beatles Fan Club Pepperland“. Confermata la presenza di uno stand interamente dedicato al Blues in collaborazione con il Billy Bob’s Blues Pub; la partecipazione delle etichette indipendenti Afrakà e Suoni del Sud, che dedicherà particolare attenzione agli album prodotti nell’ultimo periodo che saranno messi in vendita con uno sconto del 30% sul prezzo di copertina e, soprattutto, saranno autografati dai loro autori presenti nello stand dell’etichetta nel corso della giornata. L’etichetta Freak Out porterà in fiera in anteprima l’ultimo album di Atari ed i 24 Grana. Sarà presente lo stand del MEI  “Meeting degli Indipendenti”, rassegna annuale gemellata con DiscoDays. Il Neapolis Festival presenterà gli artisti della prossima edizione. L’Associazione Spazio Musica proporrà  “Recover Art”: le copertine diventano opere d’arte attraverso una mostra di riproduzioni su vari supporti, simultaneamente a proiezioni, per illustrare il rapporto tra musica e arti grafiche.

Luigia Merenda organizzatrice di DiscoDays “Questo è un evento che sta crescendo grazie all’enorme interesse dei visitatori e per l’entusiasmo degli interlocutori coinvolti nella rassegna fieristica. Speriamo che le istituzioni ne prendano atto sposando la nostra iniziativa, nata esclusivamente per la promozione della cultura musicale, attraverso quei contribuiti indispensabili per riorganizzare una rassegna periodica con ospiti importanti, e continuare ad ospitare il pubblico ad ingresso gratuito”.

Durante la giornata molti saranno gli ospiti che terranno dibattiti e presentazioni, tra questi: “la sonorità vinilica è musicalità diversa” moderato da Flavio Gioia, coordinatore culturale della rassegna; l’incontro sullo stato del collezionismo dei Pink Floyd a cura di Pino Imparato; un omaggio ai Beatles a cura di Michelangelo Iossa a quarant’anni dall’ultimo album “Let it be”; appuntamento con la celebrazione dei settant’anni di Mina a cura di Fernando Fratarcangeli; ci sarà insegnato come prenderci cura del nostro amato vinile; nel pomeriggio si terrà un incontro sulla storia del rock dal 1970 al 2000 a cura di Donato Zoppo. In serata per Edizioni Graf sarà presente Gianni Simioli con per  il progetto “Cafe do Friariell” nato per l’idea di ri-lanciare nel nightclubbing internazionale la musica di una città come Napoli che ha da sempre rappresentato la più alta forma di melodia di tutto il Mediterraneo. In conclusione, ed a completare il programma delle iniziative speciali predisposte da Suoni del Sud,  saranno presentati in anteprima alcuni filmati contenuti nel dvd “Tributo a Mario Musella” in uscita il prossimo ottobre.

Tanti anche gli artisti e le band che terranno presentazioni e seminari. Saranno presentati al pubblico di DiscoDays: l’ultimo album dell’Altroparlante, l’album di debutto di Sabrina Sadile, la Dioniso Folk Band, un seminario sulla musica blues tenuto dalla La Grange Blues Acoustic Band. La serata è quasi interamente dedicata alla musica acustica dal vivo, con la presentazioni delle migliori band campane partecipanti al contest Rock Targato Italia: manifestazione musicale riservata a gruppi o artisti solisti emergenti.

La rassegna si arricchisce di collaborazioni importanti come quella con May Day News: notiziario musicale condotto dal musicista e giornalista Gennaro Pasquariello, che sarà conduttore e moderatore di numerosi incontri durante l’intero svolgimento della fiera; Dario Cantelmo, esperto talent scouting per conto di numerose case discografiche e collaboratore di Rock Targato Italia.

Nicola Iuppariello ideatore e sostenitore morale della rassegna: “voglio ringraziare tutti coloro hanno collaborato attivamente alla realizzazione di questa edizione e quegli ospiti, senza i quali questa manifestazione non avrebbe lo stesso valore e significato, che hanno aderito esclusivamente per amore del proprio lavoro, per la passione per la musica e per condividerne e diffonderne la cultura”

La serata si concluderà con il sorteggio, tra i visitatori intervenuti e registrati al banco recepiton di DiscoDays, dell’album naturalmente in vinile “Let it be” dei Beatles.

il programma su http://www.discodays.it

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: