Quarto. Il Consiglio Comunale approva il Piano Casa. Saranno abbattuti e ricostruiti gli alloggi del Rione 219

Con 21 voti favorevoli e 8 contrari il Consiglio comunale di Quarto, riunito ieri mattina  in seduta straordinaria, ha approvato la proposta di deliberazione per la indicazione dell’area urbana degradata del Rione 219 di via Alcide De Gasperi, passaggio consiliare necessario per l’applicazione del Piano Casa regionale. Nel corso della mattinata si sono succeduti numerosi interventi da parte dei consiglieri comunali di maggioranza ed opposizione, con schermaglie tra centrosinistra e centrodestra da campagna elettorale già avviata in vista delle elezioni regionali.

Il capogruppo dell’Italia dei Valori, Pasquale Riccio, ha dichiarato che l’Idv esce dalla maggioranza consiliare che appoggia il sindaco Sauro Secone, anche se successivamente ha votato insieme alla maggioranza l’approvazione della delibera consiliare. «E’ intenzione dell’amministrazione comunale porre in essere iniziative specifiche tese alla riqualificazione dell’area urbana degradata del Rione 219, delocalizzando le 317 abitazioni del Rione in più aree decentrate sul territorio – ha detto in Aula il sindaco Secone, che ha anche la delega all’Urbanistica – Visto che il Piano Casa al comma 3 dell’articolo 7 prevede la possibilità di sostituzione edilizia nelle aree urbane da riqualificare e che serve la dichiarazione consiliare per indicare quali sono le aree comunali oggetto del progetto di riqualificazione, proponiamo di approvare la delibera che prevede di dichiarare l’area del Rione 219 come area urbana altamente degradata, con l’abbattimento e la ricostruzione delle case popolari in più zone della cittadina, in modo da evitare la realizzazione di nuovi ghetti urbani, trasformando la zona dell’attuale 2 19 in un centro direzionale con attività commerciali e terziarie». Dopo un lungo dibattito, i 21 consiglieri di maggioranza (compreso Antonio Contini, che fa parte del Gruppo misto) hanno votato a favore, mentre l’intera opposizione di centrodestra ha espresso voto contrario. «E’ un passaggio consiliare fondamentale per il futuro sviluppo sostenibile della nostra città – ha commentato il sindaco Sauro Secone – Finalmente daremo una casa dignitosa a quelle centinaia di cittadini che vivono negli alloggi del rione 219 ed eviteremo nuovi ghetti urbani, localizzando le nuove case in più punti della nostra cittadina». Polemiche da parte del Popolo della Libertà, che ha più volte contestato il provvedimento, chiedendo di inserire nella delibera una proposta di emendamento per una diversa trasformazione del rione popolare, ma la proposta è stata bocciata dalla maggioranza con 16 voti.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: