Marano. Nuovo centro per la raccolta dei rifiuti

Un centro di raccolta delle varie frazioni di rifiuto (eccetto l’umido) in una area assistita. Una sorta di ‘isola ecologica’ così come previste nella loro rideterminazione dalla nuova normativa in materia di rifiuti. La realizzerà il Comune in un’area confiscata in base alla legge Rognoni-La Torre in località La Volpe al corso Mediterraneo su una superficie di circa 10mila metri quadri. Una destinazione specifica che, peraltro, va a contrastare gli interessi delle organizzazioni malavitose proprio su un terreno, quello della gestione del ciclo dei rifiuti, che come è noto è una delle attività maggiormente appetite dai clan.


Con la delibera di Giunta Comunale n. 18 del 15 febbraio scorso, l’amministrazione comunale di Marano ha modificato la destinazione di utilizzo di un’area confiscata ai clan, da verde pubblico ad ‘Area utilizzata per Centro di Raccolta’ prevista dal Decreto Ministeriale 8 aprile 2008. La destinazione pubblica, dovuta al trasferimento degli immobili al Comune da parte della Prefettura con decreto n. 2480/2008 dell’Agenzia del Demanio, era stata espressa dal Comune con destinazione ad area attrezzata a verde pubblico. L’atto passa ora all’Agenzia del Demanio per il prosieguo delle procedure e, non appena arriverà il via-libera dall’organismo di gestione del patrimonio pubblico, l’amministrazione comunale indirà una conferenza dei servizi con Asl, Arpac ed i vari enti competenti, al fine di allestire il Centro di Raccolta in rispondenza delle normative previste: area circondata da verde attrezzato, pavimentata e con personale specifico capace di assistere gli utenti nel conferimento delle varie frazioni consentite dalla legge. “Continuiamo nella nostra politica di utilizzazione a fini sociali dei beni confiscati – spiega il sindaco Salvatore Perrotta – e in questo caso lo facciamo arricchendo il sistema del ciclo dei rifiuti con una nuova struttura che sarà essenziale per il corretto funzionamento del servizio”.
Intanto, sul fronte rifiuti, continuano le operazioni di raccolta differenziata nelle frazioni di San Rocco e San Marco. Il sistema di prelievo porta-a-porta è ormai ben rodato e la risposta dei cittadini è particolarmente positiva. “Vorrei ringraziarli uno ad uno – confida il dirigente dell’Area Ambiente e Territorio, Bruno Gagliardi – a breve diffonderemo i dati che sono persino superiori alle aspettative. I controlli sul territorio stanno funzionando e in tutta l’area coinvolta ormai non si vedono più sacchetti lasciati selvaggiamente in strada”. E in tutta la zona, parallelamente, si sta procedendo anche con il ripristino dei marciapiedi in tutte le parti in cui il posizionamento dei vecchi cassonetti aveva reso necessaria la realizzazione di rientranze della sede destinata ai pedoni: i vari siti vengono sistematicamente bonificati e ricostituiti.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: