Pozzuoli. Domenica in piazza contro la privatizzazione dell’acqua

“Acqua Pubblica: un bene comune”. Questa l’iniziativa che si terrà domenica 17 gennaio dalle ore 10.00 a Pozzuoli. In Piazza della Repubblica, infatti, sarà allestito un gazebo per avviare una raccolta di firme, mettendo in evidenza la volontà dei cittadini a non volere la privatizzazione dell’acqua. L’insieme di firme verrà successivamente inviato alla Procura della Repubblica, per mettere a conoscenza anche gli alti organi dello Stato e per contribuire concretamente alla difesa dell’acqua pubblica.

L’iniziativa è stata promossa da gruppi politici ed associazioni di cittadini. A farne parte, infatti, il gruppo giovani dell’Udc, l’Unione degli Universitari, l’Unione degli Studenti, il comitato cittadino Pozzuoli deve Vivere e le associazioni: Prossimo Orizzonte, Guardie Ambientali, Associazione Gev-Albatros e l’associazione L’Iniziativa. Hanno dato la loro adesione alla causa anche il comitato del neo partito “Sinistra e Libertà” di Pozzuoli.

La sensibilizzazione e la raccolta di firme aderiscono al Forum Italiano dei Movimenti per l’acqua come bene comune. Da diversi anni, infatti, sono attive nei territori decine di vertenze aperte da cittadini, lavoratori ed anche amministratori locali che sono portatrici di un’esigenza comune e condivisa, cioè la necessità di una svolta radicale rispetto alle politiche che hanno fatto dell’acqua una merce e del mercato.

“Un bene naturale non può essere gestito da società private – affermano Vittorio Prebenda, vice presidente del comitato civico Pozzuoli deve Vivere e Silvia Prato, responsabile dei giovani Udc  –  non è ammissibile un aumento del 35%, l’acqua non è una bevanda, deve restare comunque un bene pubblico”.

Non è la prima volta che organizzazioni studentesche, associazioni e giovanili di partito, si ritrovano insieme a condividere le stesse rivendicazioni. Gli organizzatori dell’iniziativa, infatti, ribadiscono che questa è una delle tante manifestazioni in pubblico che verranno messe in campo nei prossimi mesi, anche confrontandosi con le giovanili dei nuovi partiti.

Tag: ,

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger cliccano Mi Piace per questo: