Marano, successo di pubblico e ammirazione per i luoghi nell’arena cinematografica di Palazzo Merolla

Dopo la prima settimana di programmazione, consensi e soddisfazione per la rassegna cinematografica “Così lontano, così vicino”, che si tiene nel cortile di Palazzo Merolla a piazza Plebiscito, a Marano. L’iniziativa, organizzata dall’assessorato alla Cultura in collaborazione con l’associazione Archivi cinematografici, sta riscuotendo una discreta attenzione di pubblico e soprattutto l’ammirazione di tutti i frequentatori. A colpire in modo particolare è la straordinaria suggestione dei luoghi scelti per le serate di cinema all’aperto. Il Palazzo Merolla è un antico edificio storico della città, comprato e completamente restaurato dal Comune e per la prima volta aperto al pubblico.

“Il giardino al primo piano, le terrazze, il cortile, i bellissimi restauri delle volte – dice Antonio Menna, Assessore alla cultura e promotore dell’iniziativa – stanno incantando tutti i cittadini che in queste sere stanno venendo al cinema e approfittano del film per passare una serata al fresco in un luogo suggestivo”.

La programmazione andrà avanti ininterrottamente fino al sei settembre, con un film a sera. Nei prossimi giorni toccherà a pellicole come Uomini che odiano le donne, Persepolis e, il dodici agosto,  “Le vie del Signore sono finite” di Massimo Troisi. “Una proiezione con pellicola su grande schermo – precisa l’assessore Menna – che avviene quindi dentro gli standard dei cinema di qualità, garantendo una visione e un audio perfetti, che abbinati alla suggestione del luogo, realizzano una cornice davvero spettacolare”.

“Siamo soddisfatti – dice il sindaco Salvatore Perrotta – per l’accoglienza che la città sta dimostrando verso questa nostra iniziativa culturale. Alla fine della rassegna, dopo quaranta giorni di proiezione, avremo avuto nel Palazzo migliaia di cittadini, che avranno visitato quei luoghi e si saranno riappropriati di un pezzo importante del centro storico”.

L’apertura del Palazzo Merolla per gli eventi estivi rappresenta solo il primo passo di un progetto culturale più ampio. Ultimati i lavori, infatti, per settembre sarà allestita nell’edificio una serie di attività socioculturali (Biblioteca, sale di lettura, laboratori, Informagiovani, segretariato sociale, museo locale) che faranno del Merolla il “Palazzo dei diritti e della cultura”.

“Un passo alla volta – conclude l’assessore Menna – stiamo realizzando gli obiettivi che ci eravamo prefissi. Fare un evento estivo per la gente che rimaneva in città che fosse sobrio, elegante, di contenuto, e la rassegna di cinema lo è e viene apprezzata per questo, e gettare le basi per fare di Palazzo Merolla un centro di attività culturali e sociali”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: