Comunali di Quarto: meno assenze per malattie

Il cosiddetto “effetto-Brunetta” si è fatto sentire anche per quanto riguarda i dipendenti comunali di Quarto. Secondo i dati ufficiali che sono stati richiesti al Comune di Quarto dal ministero della Funzione pubblica, infatti, c’è stato un crollo verticale delle assenze per malattia dei dipendenti comunali di Quarto, pari ad oltre il 60 per cento in meno rispetto al periodo precedente all’entrata in vigore della circolare Brunetta, che ha previsto regole più rigide per la richiesta dei permessi per malattia. Secondo i dati ufficiali, infatti, mentre nel settembre 2007 c’erano state 186 assenze per malattia, nel settembre 2008 le assenze sono scese ad appena 67, mentre da ottobre a dicembre del 2007 le assenze totali per malattia erano state 658, contro le 162 degli ultimi tre mesi del 2008.

E’ stato tutto grazie alla circolare Brunetta? Secondo il ministro per la Funzione pubblica è tutto merito suo, ma non è così secondo i dipendenti comunali di Quarto. Sono stati, inoltre, resi noti anche i dati da gennaio ad aprile con questi risultati: nel 2008 c’erano state 791 assenze complessive per malattia, mentre nel 2009 sono state 446 le assenze per malattia. In pratica la metà di quelle chieste ed ottenute l’anno precedente. Ed allo studio dell’assessore al Personale, Sergio Sciarrillo, c’è anche una nuova articolazione oraria degli uffici comunali per andare incontro alle esigenze della cittadinanza e per ottenere un risparmio per le casse comunali. «Moltissimi cittadini di Quarto, soprattutto quelli impegnati per lavoro durante la settimana, ci hanno chiesto di ripristinare l’apertura degli uffici anche il sabato mattina – spiega l’assessore Sciarrillo – La considero un’ottima idea, perché in questo modo otterremmo anche un risparmio di circa 120mila euro all’anno sui buoni pasto, che passerebbero da 5 ad 1 a settimana. Naturalmente questi soldi risparmiati potrebbero essere utilizzati per migliorare i servizi comunali e per progetti in cui coinvolgere gli stessi dipendenti comunali, in modo da rendere sempre più efficiente la macchina comunale. Nei prossimi giorni cominceremo il confronto con i sindacati, prima di applicare il nuovo orario». A questo punto bisognerà capire qual è il pensiero dei sindacati.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: