Don Ciotti a Pozzuoli. Servizio Civile: una scelta per combattere l’illegalità

Si terrà Mercoledì 4 Marzo l’incontro sul tema della legalità organizzato dall’Ufficio Servizio Civile, l’associazione “Un’ala di riserva” in collaborazione con LIBERA.
La struttura del Villaggio del Fanciullo ospiterà gli oltre cento volontari in servizio, tutti gli invitati e la cittadinanza che vorrà prendere parte all’iniziativa. L’inizio della manifestazione è previsto con un’accoglienza verso le ore 10.00, mentre le conclusioni sono previste per le 13.00. All’evento parteciperà anche il Presidente Nazionale dell’associazione LIBERA, Don Luigi Ciotti. Nel corso delle relazioni giovani volontari impegnati in quartieri e scuole disagiate porteranno l’esperienza del volontariato come lotta alla criminalità organizzata. Introdurrà i lavori di Alfonso de Martino, responsabile Servizio Civile, delegato regionale per il Servizio Civile Campania nonché il Presidente dell’associazione Un’Ala di Riserva.
All’evento prenderanno la parola: Don Fernando Carannante, Direttore Caritas diocesana di Pozzuoli, prof.ssa Valeria Tripepi, Dirigente scolastico 3° Circolo didattico di Pozzuoli e volontari dell’associazione Guanelliano. I lavori saranno moderati da Paolo De Martino, responsabile di “Babel”, periodico del Servizio Civile.

“L’iniziativa rientra nei cento passi degli eventi curati dall’Associazione LIBERA in vista della giornata nazionale della memoria e dell’impegno contro tutte le mafie”, ha affermato l’organizzatore dell’evento Marco Pagliuca. L’evento del 4 Marzo, infatti, è collegato direttamente da un percorso di iniziative con l’associazione LIBERA per sensibilizzare e coinvolgere cittadini in vista della giornata della memoria e dell’impegno che si terrà proprio il 21 marzo a Napoli.
“E’ importante che in una città come Pozzuoli, che è stata al centro di scandali e malavita, venga una presenza forte come Don Luigi Ciotti e si organizzino iniziative per la legalità e contro le mafie –ha affermato Paolo de Martino-. In città le associazioni si stanno muovendo in questa direzione e sarebbe anche opportuno creare una rete di iniziative affinché la volontà di un’anticamorra sociale parta dal basso ma soprattutto venga percepita da tutta la cittadinanza”.

All’evento saranno invitati anche rappresentanti di altre associazioni.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: