Don Ciotti, ecomafie e il film di Marco Risi su Siani: la città si prepara al 21 marzo, giornata della memoria per le vittime di mafia, con un calendario di iniziative organizzate da Comune, associazioni e scuole

Un calendario di iniziative sulla legalità per prepararsi al 21 marzo, giorno della memoria delle vittime di mafia. Lo sta costruendo, a Marano di Napoli, un gruppo di progettazione partecipata composto da scuole, associazioni, parrocchie e istituzioni. L’iniziativa nasce da una idea di Antonio Menna, nuovo assessore alla Cultura, e di Rosario D’Uonno, da anni organizzatore e “anima” del Marano ragazzi spot festival.

«Il 21 marzo – dice Menna – si celebra la giornata della memoria per le vittime di mafia. Quest’anno il raduno nazionale sarà a Napoli. La nostra città parteciperà numerosa e con grande motivazione. Ma per prepararci meglio all’evento abbiamo deciso di costruire una sorta di cammino verso l’iniziativa. Per i mesi di febbraio e marzo faremo una serie di incontri con la città che ci aiuteranno a riflettere sui valori e sulla lotta per la legalità». «Non siamo chiusi nei confini delle scuole – dice D’Uonno – vogliamo aprirci alla società civile, alle famiglie. Per questo il ruolo delle associazioni e delle parrocchie è fondamentale».
Il compito di organizzare il calendario di appuntamento è stato affidato ad un ampio gruppo di lavoro composto da associazioni, insegnanti, istituzioni. Fino ad oggi ci sono stati due incontri. Vi hanno partecipato tutte le scuole elementari, medie, superiori di Marano, i rappresentanti del Comune (l’assessore Menna e il consulente Maria Gentile), i rappresentanti del Forum del Terzo Settore di Marano e molti esponenti del mondo associativo locale.
Presenza costante anche quella del parroco di San Castrese Don Giovanni Liccardo.
«Abbiamo voluto – continua Menna – sperimentare un metodo nuovo. Non più iniziative organizzate dal Comune o dalle scuole e poi calate dall’alto sulla città. Ma iniziative costruite assieme, dal basso, con il contributo di idee di tutti. Le riunioni di progettazione partecipata sono molto intense e vissute. Vi partecipano sempre più persone e arrivano idee da tutte le parti. Mi sembra un metodo nuovo di cui tener conto anche per la costruzione di altre decisioni amministrative. Bisogna sentire gli altri, decidere insieme”. “E’ importante – aggiunge il sindaco Salvatore Perrotta – lavorare compatti per far in modo che la cultura della legalità non si riduca soltanto a semplice slogan ma che rappresenti un autentico valore aggiunto per la nostra comunità”.
Il calendario ufficiale delle iniziative di preparazione alla giornata del 21 marzo sarà stilato definitivamente il prossimo 10 febbraio. Per intanto, però, sono già certi alcuni appuntamenti come un incontro della città con don Luigi Ciotti, che si terrà probabilmente nel cinema Siani, la presentazione del libro “La Bestia” di Raffaele Sardo, a cui parteciperanno familiari delle vittime e importanti personaggi del mondo della giustizia, un seminario regionale sulle ecomafie organizzato da Legambiente e la proiezione in prima visione, al cinema Siani, del film Fortapasc di Marco Risi, sulla figura di Giancarlo Siani.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: