Cartellone di Natale, scontro sindaco-commercianti Pozzuoli, Ascom e Confesercenti all’attacco: «Non siamo stati consultati»

Articolo da “Il Mattino” di Nello Mazzone (5 dicembre 2008). Il Comune presenta il ricco cartellone di iniziative natalizie previste dal 6 dicembre al 5 gennaio con luminarie ed animazione in piazza, mostre-mercato, musica e degustazioni di prodotti tipici nel ritrovato Rione Terra (per l’occasione riaperto a tutti) e lancia la campagna «Spendere a Pozzuoli conviene, a Natale ancora di più» a sostegno del commercio locale, ma Ascom e Confesercenti insorgono: «È un altro schiaffo che ci dà l’amministrazione». Scoppia una nuova scintilla nel giorno in cui sembrava che la polemica che da settimane rende tesi i rapporti tra la giunta Giacobbe e le associazioni dei commercianti si potesse placare per gli appuntamenti previsti dalla kermesse «Questo Natale vivi la tua città».


«Il sindaco e l’assessore non hanno avvisato né i commercianti né le associazione di categoria dell’iniziativa – sottolineano i rappresentanti di Ascom e Confesercenti, Vincenzo Addati e Daniele Lattero – Né ci hanno avvisati del programma di eventi». Prima è finito nel mirino dei commercianti la sperimentazione della pedonalizzazione del centro storico, poi la questione parcheggi e adesso la mancata concertazione sul cartellone di eventi per le feste. «Nessuno ci aveva avvisato né del programma né dell’iniziativa per il commercio – tuona Daniele Lattero della Confesercenti area flegrea – ancora una volta questa amministrazione comunale dimostra una sicurezza di sé che diventa arroganza. Più volte ci hanno convocati non per un confronto, bensì semplicemente per ratificarci ed imporci decisioni già prese». Sulla stessa linea l’Ascom. «È inconcepibile che si stampano manifesti e si fanno brochure per invitare a spendere in città e non si concorda con i diretti interessati, cioè i commercianti, tempi e modi dell’iniziativa né ipotesi di un listino di prodotti da vendere a prezzi vantaggiosi – aggiunge Addati – Il commercio nel centro storico è stritolato tra crisi economica e rischio usura, al punto che tra dicembre e gennaio circa 40 attività commerciali della city chiuderanno. Ma in questo quadro desolante l’amministrazione Giacobbe sta dimostrando incapacità e scarso senso di dialogo; non è più il tempo di scherzare con le sperimentazioni dell’isola pedonale». Eppure nelle intenzioni del Comune la campagna «Spendere a Pozzuoli conviene» è «un contributo per i commercianti e un invito rivolto ai cittadini a spendere nei negozi locali», come hanno spiegato gli assessori in conferenza stampa. Durissima la replica del sindaco Pasquale Giacobbe. «Commercianti e sindacati abbandonino le posizioni pretestuose e collaborino di più, perché non siamo né chiusi né arroganti – dice Giacobbe – Ci chiedono impegni per il centro storico; l’abbiamo fatto stilando questo ricco cartellone di eventi, malgrado la crisi economica».

Nello Mazzone

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: