Studenti, ieri manifestazione a Monterusciello

Quasi in mille gli studenti che ieri mattina hanno bloccato l’incrocio della periferia di Monterusciello, in via A. Gatto. La protesta è una delle tante che in questi giorni sta avvenendo in tutte le scuole dell’area flegrea per contestare la riforma del Ministro per l’istruzione Mariastella Gelmini. Istituto Majorana ed Alberghiero hanno unito le loro forze e insieme sono andati ad occupare le strade. La decisione di un blocco stradale è avvenuta in seguito ad una votazione tenutasi fuori la scuola. La manifestazione si è svolta senza tensioni, anche perché veniva lasciato libero il passaggio alle auto con situazioni “particolari” e con bimbi a bordo, onde evitare caos tra gli stessi studenti.

“Un atto semplicemente dimostrativo –ha affermato il rappresentante degli studenti Davide Grassi-. Vogliamo far sapere a tutti i cittadini il nostro dissenso rispetto a queste leggi che, a nostro parere, scardinano la scuola pubblica”. Sono molti i punti, infatti ,per i quali gli studenti di Monterusciello hanno fatto il blocco. “La nostra scuola scarseggia di laboratori –continua Grassi- immaginiamo con un taglio di 8 miliardi di euro, che avverrà con la finanziaria 2009, cosa potremo avere nelle scuole; forse solo banchi e sedie”. Gli studenti si mobilitano anche contro il 5 in condotta ripristinato dal Ministro Gelimini perché sono convinti che “ il 5 in condotta è una misura repressiva nei confronti degli studenti, in quanto già all’art. 4 dello statuto degli studenti è sancito il principio dell’ammonizione verso tutti gli alunni che commettono atti di bullismo”. “Inoltre –continua il rappresentante- non accettiamo il fatto che nel disegno di legge “Aprea” vengano totalmente eliminate le rappresentanze studentesche e trasformati i consigli d’istituto in consigli d’amministrazione con l’ingresso di privati. Crediamo di aver dato un messaggio ai cittadini: non staremo con le mani in mano,è solo l’inizio”. Intanto anche nelle atre scuole dell’area flegrea continuano le proteste. L’Istituto polispecialitico “Pitagora” di Toiano ha fatto un’assemblea fuori al cortile della scuola per informare tutti i ragazzi su quello che sta accadendo. Il liceo di Bacoli e Il “Virgilio” di Pozzuoli stanno ormai da un paio di giorni in Autogestione, creando dei laboratori di “didattica alternativa”, l’ITIS di Pozzuoli e la Ragioneria continuano le assemblee. Intanto tutte le scuole si stanno coordinando per arrivare compatte alla giornata del 28 Ottobre, quando si terrà un corteo di tutti gli istituti flegrei insieme agli universitari, organizzato dall’Unione degli Studenti e  Unione degli Universitari. “Dopo l’assemblea pubblica –ha affermato Christian Bello, coordinatore dell’UdU sul territorio flegreo e responsabile regionale dell’UdS- era necessario fissare la data per un corteo. La cosa più importante –continua Bello- è che la maggior parte dei ragazzi sia consapevole del perché si manifesta, e in questo già ci siamo riusciti con le assemblee nelle scuole, inoltre abbiamo anche molti professori che ci appoggiano”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: