Pareggio della Puteolana contro il Rosarno

Una Puteolana determinata e grintosa riesce a conquistare un punto prezioso contro il Rosarno, nonostante le tante defezioni e soprattutto la netta inferiorità numerica che è maturata a 20’ dalla fine quando in due minuti il fischietto romano ha estratto un duplice cartellino rosso prima ai danni di Follera e poi ai danni di De Fenza. Fino a quel momento il team di Amato stava tenendo bene il campo riuscendo ad imporre i suoi ritmi.

La gara inizia subito con una tegola per mister Amato. Dopo appena 11 minuti di gioco infatti, il trainer granata è costretto a rinunciare a Volpecina per uno stiramento. Al suo posto subentra De Fenza. Qualche minuto prima Chietti impegnava Scerbo da calcio piazzato, ma il numero uno rosarnse non si faceva sorprendere bloccando la sfera in due tempi.

Alla mezz’ora Lio Mercuri serve nel corridoio Fiorentino, la cui conclusione viene però miracolosamente deviata in corner da un ottimo Ambra. Al 32’ Chietti si libera in maniera magistrale sull’out di destra e pesca a centro dell’area Polverino, che in scivolata anticipa il diretto avversario e trafigge Scerbo. Sarebbe stato il goal del vantaggio puteolana se l’assistente di linea non avesse sbandierato in modo forse ingiusto la posizione di offside dell’ex Casertana. Al 37’ Ambra ancora protagonista con uno splendido intervento su un colpo di testa di Favasulli, salvandosi in corner.

Nella ripresa dopo appena 7’ mister Figliomeni lancia nella mischia Saffioti, assente per infortunio da oltre tre mesi. Ed è proprio Saffioti all’11’ a tentare il tiro in corsa ma il numero uno flegreo fa buona guardia. Al 19’ e al 22’ il Rosarno ha l’ooportunita di capitalizzare due azioni di contropiede ma Vicentin prima e Marino poi sprecano da posizione favorevole.

Qualche minuto più tardi Del Giudice Enrico pesca con una bellissima apertura di esterno Polverino, ma per la seconda volta gli viene attribuita una posizione di fuorigioco abbastanza dubbia. Prima della mezz’ora la Puteolana si ritrova in inferiorità numerica per la doppia ammonizione di Follera al 26’ e di De Fenza al 28’. Nonostante la netta inferiorità numerica il Rosarno non Riesce ad arrivare in modo minaccioso sottoporta, anzi nel finale la Puteolana rischia il colpaccio con Barone che dal limite dell’area ha l’occasione d’oro per cercare la conclusione in porta, ma virgola clamorosamente. Termina 0-0 con una grande prova di carattere dei ragazzi di mister Amato, mettendo in campo quella cattiveria agonistica fondamentale per raccogliere risultati positivi. Un grande spirito di sacrificio che risponde agli ultimi due risultati negativi, aprendo in modo positivo all’immediato futuro.

Tabellino gara:

ROSARNO (4-3-3): Scerbo; Pantano, Scorrano, Varra, Bruzzese; Favasulli, Vanzetto, Principato (14’st Romeo); Lio Mercuri (7’st Saffiotti), Vicentin, Fiorentino (19’st Marino). A disp.: Occhiuzzi, Frisina, Catalano, Benincasa. All. Figliomeni.

A.PUTEOLANA (4-4-2): Ambra; Volpecina (11’pt De Fenza), Ruggiero, Follera, Porzio; De Luca (14’st Del Giudice M.), Del Giudice E., Barone, Cappiello; Chietti, Polverino (29’st Ciotola). A disp.: Fusco, Cairo, Manna, Bifaro. All.:Amato.

ARBITRO: Pellegrini Claudio di Roma2 (Galluzzi/De Bonis)

NOTE: Spettatori 800 circa. Ammoniti: Follera, Barone, De Fenza, Ambra, Chietti (P); Scorrano (R). Espulso al 26’st Follera e al 28’st De Fenza, entrambi per doppia ammonizione. Angoli: 9 a 2 per il Rosarno. Recuperi:1’pt; 3’st.

DOPOGARA, AMATO: “UN PARI CONQUISTATO COL CUORE”

E’ un Amato visibilmente soddisfatto della prova dei suoi ragazzi , che in 9 contro 11 per venti minuti sono riusciti a conquistare un prezioso pareggio in quel di Rosarno. “Abbiamo disputato una partita tatticamente perfetta – commenta a fine gara il traine granata -. Ho rivisto la squadra che giocò a Sapri. Quella squadra che mette in campo la giusta cattiveria agonistica e una grande volontà. Gli ultimi venti minuti, quando siamo rimasti in nove, poi hanno dimostrato tutta la nostra voglia di fare risultato, e con un grande cuore ci siamo riusciti. Purtroppo siamo andati anche a segno con Polverino, al quale è stata attribuita una posizione di fuorigioco molto molto dubbia. Comunque siamo contenti del risultato ottenuto contro una squadra che sta attraversando un ottimo momento e vive in un clima di grande euforia e per questo non era affatto facile. Era importante riscattarci dopo le ultime due deludenti prestazioni. Ma la cosa fondamentale è che in campo ho visto una squadra battagliera, che si è sacrificata e ha chiuso perfettamente tutti gli spazi, nonostante le espulsioni della coppia centrale difensiva”.

Annunci

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: