Il generale Franco Giannini e il tenente colonnello Tullio Ferraro sono cittadini onorari di Quarto

Nel corso di una riunione straordinaria del Consiglio comunale il sindaco Sauro Secone ha consegnato questa  mattina al generale dell’Esercito italiano Franco Giannini, braccio destro del sottosegretario Guido Bertolaso, ed al tenente colonnello Tullio Ferraro le chiavi della cittadina flegrea e la cittadinanza onoraria di Quarto. «Consegno questa onorificenza al generale Giannini ed al tenente colonnello Ferraro per ringraziarli del lodevole lavoro, della professionalità e dell’abnegazione dimostrata nella fase più critica dell’emergenza rifiuti – ha detto il sindaco Secone insignendo i due militari della cittadinanza onoraria – Nella fase più critica la struttura commissariale e l’esercito ci hanno assistito ed offerto il loro prezioso contributo, svolgendo compiti che esulavano dai loro consueti incarichi. A loro va il grazie di tutti i cittadini di Quarto».

Alla cerimonia hanno presenziato anche il capitano Alessandro Mucci della compagnia dei carabinieri di Pozzuoli, il capitano Gianluigi Brasili comandante della compagnia guardia di finanza di Pozzuoli, i vertici locali di carabinieri e polizia municipale, il sindaco di Pozzuoli Pasquale Giacobbe, il direttore generale dell’Asl Napoli 2 Raffaele Ateniese e tutti gli ex sindaci di Quarto. «Siamo contenti di questa onorificenza – ha detto il generale Franco Giannini – siamo onorati di essere cittadini di Quarto e prendiamo l’onorificenza a nome di tutti i nostri colleghi che stanno operando sul campo dal 14 gennaio». Il generale ha poi tracciato un bilancio della situazione. «Siamo fuori dall’emergenza più acuta grazie alle due discariche di Sant’Arcangelo Trimonte e Savignano Irpino, ma ci troviamo in un equilibrio precario, che può essere positivamente superato solo con l’apertura di nuove discariche e con l’avvio del termovalorizzatore di Acerra, il cui primo nastro operativo partirà a gennaio, come ha detto ieri il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi. Puntiamo ad un ciclo dei rifiuti che diventi industriale». Soddisfatto anche il tenente colonnello Tullio Ferraro. «Nelle settimane di più acuta crisi dell’emergenza rifiuti con il sindaco Secone, che da oggi è anche il nostro sindaco, ci sentivamo decine di volte al giorno – ha raccontato il tenente colonnello Ferraro – Abbiamo lavorato sodo e con abnegazione».

Annunci

Tag: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: