Rapina in pizzeria a Monterusciello. Uccisa guardia giurata.

(Fonte: Ansa.it) Una guardia giurata di 37 anni che si trovava all’interno di una pizzeria a Pozzuoli, nel Napoletano, è stata uccisa nel corso di un tentativo di rapina compiuto da due persone la scorsa notte. I rapinatori, uno dei quali armato, con il volto coperto da un casco, sono entrati nella pizzeria ‘Il Regno dei Sapori’ in via Allodi, 70, nella frazione Monteruscello di Pozzuoli. Nel locale si trovavano il proprietario, un uomo di 41 anni incensurato, e una guardia giurata, Giuseppe Minopoli, del luogo, che – secondo la ricostruzione dei carabinieri – stava mangiando una pizza seduto ad un tavolo vicino all’ingresso. Accortosi del tentativo di rapina, ha estratto la sua pistola, ma è stato affrontato da uno dei rapinatori che gli ha esploso contro due colpi che hanno raggiunto l’uomo al torace uccidendolo. I due si sono poi allontanati, forse a bordo di una moto. Sul posto, per le indagini, i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli e del reparto scientifico.

E’ durata per tutta la notte e prosegue anche questa mattina la caccia all’uomo condotta dai carabinieri della compagnia di Pozzuoli per trovare i due uomini che nella notte hanno ucciso la guardia giurata. Posti di blocco sono in corso in tutta la zona, mentre i militari stanno eseguendo controlli, anche domiciliari, nei confronti dei pregiudicati già noti alle forze dell’ordine per questo genere di rapine. Secondo quanto riferito dai carabinieri, il proprietario della pizzeria e la guardia giurata erano da soli nel locale quando sono entrati i rapinatori, che hanno risposto alla reazione della guardia colpendola con un colpo di pistola alla mano e uno al torace. (Fonte: Ansa.it)

Annunci

Tag:

3 Risposte to “Rapina in pizzeria a Monterusciello. Uccisa guardia giurata.”

  1. nicola Says:

    …e se fosse successo il contrario magari moriva il balordo?? pino sarebbe dovuto sparire …per evitare persecuzioni magari della nostra stessa giustizia, signori deve cambiare lo stato oggi cittadini e forze dell’ordine sono poco tutelati …e motivati, infatti perche’ dovrebbero rischiare la vita??? se poi vi sono le scarcerazioni facili??..e ieri sera a monterusciello i cc controllavano le coppiette in sosta in via Modigliani…..

    Sapete, si griderebbe alla mancanza di liberta’ ma io controllerei citta’ e provincia con telecamere h24 e disporrei il rilascio delle impronte e magari dna di ogni cittadino…chi avrebbe da ridire lo farebbe solo per secondi scopi..ma questa e’ solo una grande utopia

  2. francesca russo Says:

    Non si può continuare a tacere di fronte ad episodi così gravi che compromettono la quotidianità di ognuno di noi. Vorrei che questa tragedia ci aiutasse a rompere il silenzio che ci attanaglia e a superare l’indifferenza che rischiamo ci renda impermeabili di fronte a questi eventi. Perchè non uniamo la nostra indignazione, la nostra rabbia, il nostro dolore, la nostra paura e non scendiamo per le strade del nostro quartiere per farci ascoltare, per conoscerci, per guardarci in faccia e iniziare a costruire delle alternative? Io propongo di mettere su una fiaccolata che percorra via allodi e i seicento alloggi, che sfidi questo stato di cose che ci sta ammazzando. Spero che anche altri accolgano questo mio invito. Francesca Russo

  3. pasquale e antonio Says:

    era un nostro amico, antonio lo conosceva bene perchè ogni volta che tornava ci veniva a trovare. ci mancherà come uomo e come amico. questa città non merita nulla…. addio!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: